Brescia ricorda le vittime della strage di Piazza della Loggia

137

Erano le 10.12 del 28 maggio 1974 quando nella centrale piazza della Loggia a Brescia fu fatta esplodere una bomba nascosta in un cestino portarifiuti mentre era in corso una manifestazione contro il terrorismo neofascista. L’attentato provocò la morte di 8 persone e il ferimento di altre 102. Dopo molti anni di indagini, depistaggi e processi, vennero riconosciuti colpevoli e condannati alcuni membri del gruppo neofascista ordine nuovo. Oltre alle otto vittime di quel giorno oggi vengono ricordate anche due bresciani in particolare morti per covid in questi mesi: Anna Rizzi che rimase ferita nel l’attentato e Alberto Bottardi che 46 anni fa perse la sorella. Ricordo particolare poi per la figura dell’ex sindaco di Brescia Cesare Trebeschi, scomparso recentemente e cugino di Alberto, una delle vittime della Strage di Piazza della Loggia.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.