Lombardia,dubbi sulla riapertura dei confini il 3 giugno

Il sindaco Sala: "Non ce lo dicano il giorno prima"

518

Il governo deve decidere se dal 3 giugno sarà possibile nuovamente spostarsi in tutta Italia o se, invece, ci saranno Regioni che dovranno ritardare di una o due settimane l’apertura dei ‘confini’. La decisione arriverà probabilmente a inizio giugno, all’ultimo momento. Dal 29 maggio dunque, quando arriveranno i dati sul monitoraggio relativo alle aperture successive al 18, il governo si prenderà ancora del tempo per valutare tutti gli aspetti di una decisione dalla quale poi sarà difficile tornare indietro, anche alla luce della ripresa del turismo. I dubbi riguardano soprattutto la Lombardia, che potrebbere rimanere chiusa una settimana o due in più rispetto alle altre Regioni, dato che qui si concentra la maggior parte dei contagi.
“Non sarebbe un danno solo economico. In questo momento c’è voglia di uscire e chiedo al governo di non dircelo il giorno prima”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato dell’apertura dei confini lombardi a giugno, per i cittadini che vogliono andare in altre Regioni, parlando ieri al Tg3. “Non ce lo dicano il giorno prima se non si dovesse riaprire, cosa che non mi auguro. La seconda cosa che chiedo al governo è in base a quali parametri si deciderà? – ha concluso -. Sono sempre trasparente nei confronti dei miei cittadini quindi che non ce lo facciano piovere dall’alto ma che ce lo spieghino perché si o no”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.