Coronavirus, Patrizia Baffi (Italia Viva) eletta alla Presidenza della Commissione d’inchiesta, bagarre in aula

211

Patrizia Baffi (Italia Viva) è stata eletta presidente della Commissione regionale d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza covid in Lombardia, sostenuta dalla sola maggioranza di centrodestra. La commissione si è riunita a porte chiuse, come da regolamento, e, a quanto si apprende Baffi ha ottenuto 46 voti tutti dalla compagine di maggioranza. La presidenza della commissione, secondo il regolamento consiliare, spetta all’opposizione che aveva indicato come candidato il consigliere Pd Jacopo Scandella a cui sono andati 28 voti. Tre voti invece per Michele Usuelli (+Europa) e 2 a Gregorio Mammì (M5S). Pd e M5S hanno chiesto a Baffi di dimettersi e hanno lasciato i lavori per protesta. “La maggioranza non ascoltando le indicazioni di 28 voti su 31 nella minoranza ha scelto di votare Patrizia Baffi che è la candidata di Italia Viva. Stamattina Italia Viva” a Roma “salva Salvini e oggi pomeriggio la Lega indica come presidente di una commissione un candidato che non è di espressione della minoranza e non prende neanche un voto dalla minoranza”, afferma il consigliere M5S Dario Violi in un video postato su Facebook. Secondo Violi Italia Viva “sceglie di diventare il paravento della maggioranza all’interno della commissione”.

 

M5s Bagarre durante il Consiglio Regionale

Publiée par Radio Lombardia sur Mardi 26 mai 2020

Commenti FB
Articolo precedenteMorto dopo una caduta un’alpinista in Alta Valle Camonica
Articolo successivoCovid-19, sono 22 i decessi registrati in Lombardia nelle ultime 24H
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.