La mascherina chirurgica più che dispositivo di protezione era un ‘dispositivo di spaccio’ per un algerino di 46 anni fermato dalla Polizia a Milano, all’interno di alcuni giardinetti in zona Lorenteggio. Il pusher riusciva a nascondere sotto la propria mascherina ben 6 dosi, più una in tasca, pronte per essere smerciate ai ‘clienti’.  Assieme a lui un cittadino palestinese di 60 anni, anche lui spacciatore, che occultava invece le dosi dietro una grata dei giardini. La polizia è riuscita a risalire ad entrambi grazie al pedinamento di un tossicodipendente alla ricerca di un pusher sin dallo scalo ferroviario “Scalo Romana”. I due stranieri, entrambi irregolari e pregiudicati, sono stati tratti in arresto per spaccio e detenzione ai fini di spaccio.

Arrestato anche un altro spacciatore, cittadino italiano pregiudicato di 43 anni, durante un secondo servizio volto al contrasto del traffico di droga: l’uomo è stato sorpreso cedere due dosi di cocaina ad una 35enne in via Bronzetti. La segnalazione era arrivata in maniera anonima alle forze dell’ordine tramite l’app YouPol.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.