Coronavirus, Fontana: fase delicata, servono comportamenti virtuosi [VIDEO]

126

“Se ci comporteremo con attenzione e seguendo le prescrizioni che ormai conosciamo, potremo conquistare un altro spazio di liberta’ e favorire cosi’ la piena ripartenza, soprattutto in vista della tappa del 18 maggio”.

Cosi’ il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, si e’ rivolto ai cittadini lombardi, alla vigilia del primo weekend post-lockdown, che funzionera’ come un test per gestire le prossime settimane e a cui guardano oggi le Istituzioni, gli scienziati e i tecnici per pianificare le imminenti aperture.
“Questo e’ un momento delicatissimo – ha ammonito il presidente – i cittadini, che hanno capito di dover rispettare le regole del lockdown, mi auguro rispettino anche quelle necessarie nella Fase 2. Meglio fare un sacrificio in piu’ oggi per avere liberta’ completa domani”.

“Lo ribadisco, facciamo un’azione di cautela in piu’, piuttosto che una in meno. Evitiamo assembramenti – ha sottolineato – stiamo attenti a non entrare nei negozi se ci sono gia’ alcune persone, indossiamo sempre la mascherina o un altro indumento e laviamoci spesso le mani. Distanziamento e dispositivi di Protezione sono alleati fondamentali per le uscite nei luoghi pubblici”.

“Con queste piccole precauzioni usciremo completamente dall’infezione. E’ pero’ ancora fondamentale attenersi alle limitazioni. Facciamolo per la nostra salute, per la salute dei nostri cari e anche per il rilancio del nostro Paese e della nostra economia. Rilancio economico-produttivo che e’ decisivo per rimettere definitivamente in moto la nostra regione e l’Italia intera”.

Commenti FB
Articolo precedenteIndagini RSA, licenziato dipendente che fece partire le indagini con la sua denuncia
Articolo successivoMilano, nascondeva la droga nella mascherina: arrestato pusher
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.