Trivulzio, il comitato parenti cerca nuovi testimoni

"Al Trivulzio di Milano gli anziani continuano a morire, molti familiari sono tenuti all'oscuro delle condizioni dei loro cari".

141

“Al Pio Albergo Trivulzio – spiega Alessandro Azzoni, portavoce del Comitato Giustizia e Verità per le vittime del Trivulzio – gli anziani continuano a morire, il personale sanitario è sotto organico e in molti casi i familiari sono all’oscuro delle condizioni di salute dei loro cari. Sono circa 1.000 gli anziani ospiti nella più grande casa di cura d’Italia. Secondo fonti giornalistiche, finora sarebbero almeno 200 i decessi a causa del Covid19. Dal 16 aprile – prosegue Azzoni – si è costituito il Comitato Verità e Giustizia delle vittime del Trivulzio, che ha già raccolto l’adesione di 100 parenti, che hanno portato la loro testimonianza su quanto è accaduto e ancora sta accadendo alla Baggina. Per avere giustizia e verità è necessario il contributo e il supporto di tutti i familiari. Per questo motivo – conclude il portavoce – da oggi il Comitato lancia in Rete una campagna di sensibilizzazione per raggiungere il maggior numero possibile dei parenti degli anziani e raccogliere le loro testimonianze”. Lo ha dichiarato Alessandro Azzoni, portavoce del Comitato Giustizia e Verità per le vittime del Trivulzio. Il Comitato chiede di condividere la foto che pubblichiamo anche noi, accompagnata dal testo:

Aiuta il Comitato Giustizia e Verità per le vittime del Trivulzio a raccogliere le testimonianze dei parenti. 

Condividi l’appello e contatta comitatotrivulzio@gmail.com #VogliamoGiustizia

Facebook Comitato Giustizia e Verità per le vittime del Trivulzio

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.