Coronavirus, Comitato Trivulzio: chiediamo incontro urgente con Pregliasco

200

“Ormai tutti pensano alla ripartenza del Paese, in attesa del 4 maggio, auspicando una normalizzazione che, purtroppo, ancora non lontana per il Pio Albergo Trivulzio e per le altre RSA della Lombardia, dove gli anziani continuano a morire, il personale sanitario è sotto organico e in molti casi, ancora oggi, i familiari sono tenuti all’oscuro sulla situazione di salute dei loro parenti. Vogliamo garanzie sul fatto che alla Baggina i nostri cari ricevano tutte le cure necessarie per garantire la loro salute”. Così in una nota Alessandro Azzoni, portavoce del Comitato Giustizia e Verità per le vittime del Trivulzio. “Il PAT – prosegue – ha iniziato ad effettuare con grave ritardo i tamponi agli ospiti. Abbiamo il diritto di sapere quanti sono i decessi e per quali cause. Per questi motivi chiediamo che il PAT effettui i tamponi a tutti i degenti in condizioni critiche senza ulteriori ritardi e chiediamo un incontro urgente con il virologo Fabrizio Pregliasco. Da quando il Comitato Verità e Giustizia per le vittime del Trivulzio si è costituito, dieci giorni fa, nessuno dalla direzione del PAT si è fatto vivo. Sono 100 i familiari che hanno già aderito al Comitato”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.