Test sierologici, Fontana: incaricata l’Università di Pavia

1421

La Regione Lombardia si muove nel rispetto della scienza e non fa iniziative avventate. Gia’ alcuni giorni fa abbiamo incaricato l’Universita’ di Pavia perche’
provveda ad esaminare tutti i test che esistono in questo campo per individuare se ce ne e’ uno scientificamente valido.  Appena avremo queste risposte le comunicheremo e se ce ne sara’ uno valido inizieremo ad utilizzarlo, diversamente faremo altro. In questa direzione si e’ mosso anche il presidente del Veneto Luca Zaia che, proprio poco fa, ha comunicato che lo screening sierologico si decidera’ solo al termine della sperimentazione delle Universita’ di Padova e Verona”.
Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, durante il consueto punto stampa e riferendosi ai test sierologici spiegando anche che “nel pomeriggio, la Regione mandera’ una lettera con riposte rigorosamente scientifiche ai sindaci nonostante abbia gia’ risposto in tante altre occasioni.

Per quanto riguarda i numeri dei contagi, Fontana ha detto che “I numeri sono in linea e che si sta verificando quello che hanno previsto i nostri esperti. Bisogna quindi mantenere la massima attenzione senno’ la linea di positivita’ rischia di invertirsi”. Proprio con questo obiettivo la Giunta ha stanziato 464.000 euro per la Polizie locali affinche’ possano aumentare i controlli sul
territorio. Infine, rispondendo alle domande dei giornalisti su quanto dichiarato dal ministro Boccia, il presidente ha risposto “Credo a quello che dice il ministro Boccia, ma devo credere anche ai dati in mio possesso: per ora credo che abbiamo fatto molto di piu’ come Regione”.

#Coronavirus, ultime notizie da Palazzo Lombardia, condividete per informare il maggior numero di persone. #Fermiamoloinsieme #ForzaLombardia – www.lombardianotizie.online –

#Coronavirus, ultime notizie da Palazzo Lombardia, condividete per informare il maggior numero di persone. #Fermiamoloinsieme #ForzaLombardia – www.lombardianotizie.online –

Publiée par Lombardia Notizie Online sur Jeudi 2 avril 2020

Commenti FB
Articolo precedenteCoronavirus, muore tassista di 63 anni a Milano
Articolo successivoMilano, chiuso fino al 30 aprile il Polo crematorio di Lambrate
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.