Gallera, teniamo i bambini a casa

174

“Siamo in una fase delicatissima, peraltro abbiamo vissuto in questa tragedia un altro momento in cui dopo le prime misure di contenimento ci si è un po’ lasciati andare. I nostri sacrifici stanno producendo i risultati e dobbiamo insistere almeno ancora 15 giorni” altrimenti “rischiamo di vanificare tutto quello fatto fino a oggi”. E’ quanto ha raccomandato l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera, commentando la circolare del Viminale che dà il permesso alle passeggiate dei bambini accompagnati da un genitore, vicino a casa. “Bisogna resistere, teniamo i bambini a casa. Sappiamo che è dura, ma un piccolo sacrificio ancora e ci potremo gettare tutto questo alle spalle” è stato il messaggio di Gallera ai cittadini. In Lombardia, “la situazione è positiva: negli ultimi giorni stiamo assistendo a un rallentamento dei positivi, delle persone in ospedale. Nelle terapie intensive, nell’ultima settimana siamo passati da 132 nuovi ingressi a 81. Questo è un segnale, vuol dire che c’è un rallentamento vero e se insistiamo riusciamo fare deflettere linea”, ha ribadito l’assessore. “Proprio per questo – ha aggiunto – ora dobbiamo stare a casa. Dopo metà aprile è chiaro la nostra socialità sarà probabilmente un po’ diversa. Ricordiamo che non abbiamo ancora né un farmaco né un vaccino, quindi dovremmo abituarci a girare con le mascherine, a essere più distanziati, a ristoranti con meno posti. Per un po’ di tempo sarà così, la Cina insegna, però è necessario perché il dolore a cui abbiamo assistito è negli occhi di tutti”, ha concluso l’assessore.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.