Galli: “paziente 0 venuto dalla Germania”

372

Sarebbe arrivato dalla Germania tra il 25 e il 26 gennaio il paziente zero, dal quale è partito il focolaio italiano di Covid-19 a Codogno. Almeno così indicherebbero le analisi di cinque sequenze genetiche, tre delle quali ottenute dal Sacco, dal San Raffaele e dall’istituto Superiore di Sanità. Lo studio, in via di pubblicazione, riguarda sequenze filogenetiche del virus vicine fra loro, immediatamente successive ad una sequenza del virus isolato a Monaco di Baviera. Massimo Galli, direttore responsabile malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, ha confermato che “siamo in grado di dire con ogni verosimiglianza che l’epidemia in Italia, per quanto riguarda la zona rossa o gran parte di essa, derivi da questo episodio tedesco”. Quanto all’origine primaria del virus, è confermata la derivazione dalla Cina. Galli ha aggiunto che “la nostra ipotesi, che comincia ad avere un’importante base di dati, è che qualcuno si sia infettato dopo quelle riunioni a Monaco con la manager arrivata da Shanghai e poi abbia portato l’infezione qui”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.