🔴Coronavirus, bozza decreto: chiuse la Lombardia e altre 11 province

3818

ATTENZIONE: LE MISURE NON SONO ANCORA UFFICIALI E DEFINITIVE

Sono state definite le nuove misure nazionali di contenimento dell’emergenza. Nell’articolo 1 della bozza del nuovo decreto del governo, che dovrebbe essere varato questa sera, compare il divieto di ingresso e di uscita dalla Lombardia e da altre 11 province, e l’estensione delle zone controllate a Piemonte ed Emilia-Romagna. All’interno degli stessi territori sarĂ  possibile spostarsi solo per indifferibili esigenze lavorative o emergenze. Nel dettaglio, le province diventate “zona rossa” sono le seguenti: Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti e Alessandria. Il decreto stabilisce inoltre la chiusura nelle aree appena citate di tutte le palestre, piscine, spa e centri benessere. I centri commerciali dovranno essere chiusi ma solo nel week end. Chiusi invece i musei, centri culturali e le stazioni sciistiche. In queste stesse aree le scuole saranno chiuse fino al 3 aprile.

IL COMUNICATO DI ATTILIO FONTANA

“La bozza del provvedimento del Governo
– che ho ricevuto solo in serata – sembra andare nella direzione del contenimento della diffusione del virus, invitando – con
misure piu’ incisive – i cittadini alla prudenza”.
Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. “Cio’ detto – ha continuato – non posso non evidenziare che la
bozza del DPCM e’, a dir poco, ‘pasticciata’ e necessita da parte del Governo di chiarimenti per consentire ai cittadini di capire
cosa si puo’ fare o meno”. “La confusione e’ evidenziata anche dalle moltissime chiamate che stanno giungendo al mio telefono e
a quello di chi da giorni e’ al mio fianco per affrontare questa emergenza”. (LNews)

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.