È a casa e sta bene la giovane donna moglie del paziente 1, Mattia, il 38enne ricoverato a Codogno il 19 febbraio scorso come primo caso di Coronavirus in Lombardia. La donna, all’ottavo mese di gravidanza, è stata dimessa un paio di giorni fa dall’Ospedale Sacco di Milano dove era stata ricoverata perché anche lei risultata positiva, anche se asintomatica, al virus. Adesso dovrà spendere i prossimi giorni in quarantena in attesa di partorire la sua bimba. Per quanto riguarda il marito: “è intubato e stabile e viene curato con un cocktail di farmaci sperimentali” ha detto l’assessore al Welfare della Lombardia Gallera. Dalla zona rossa sono molti a fare il tifo per Mattia, prima di tutto i suoi compagni di calcetto, alcuni contagiati ma in via di guarigione.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.