Coronavirus, contagiato primo dipendente Atm

2217

Un dipendente di Atm, un impiegato amministrativo che lavora in una palazzina di uffici a Precotto (dove c’è anche un deposito di treni della metropolitana), è il primo lavoratore dell’azienda trasporti milanese positivo al coronavirus. L’uomo, che non è in condizioni preoccupanti, è residente in un comune della provincia di Lodi al di fuori della zona rossa. I locali frequentati dal dipendente contagiato sono stati ‘sanificati’. Sei colleghi sono stati messi in isolamento. Atm ha comunicato che, attenendosi alle direttive, sta svolgendo un’attività di ‘sanificazione’ straordinaria dei mezzi in circolazione.

I gel disinfettanti distribuiti ai tranvieri

La Rsu ha comunicato che l’azienda sta iniziando a consegnare flaconcini personali di igienizzante per il personale viaggiante, agenti di stazione, tutor, ausiliari della sosta e altri. Niente mascherine però (!). Trenord invece, oltre alla pulizia straordinaria dei treni, ha invitato i dipendenti a indossare le mascherine “in presenza di un caso sospetto”. Mascherine che sono a disposizione nelle dotazioni di primo soccorso e per tutti i dipendenti nel deposito del personale mobile di Milano Porta Garibaldi. La riduzione dei viaggiatori ha spinto la società a ridurre le corse riportando però così situazioni di affollamento sui convogli in circolazione, come vedete in questa foto. Il virus ringrazia.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.