Oltre ai lavoratori del settore pubblico, in particolare della scuola e delle università, sono decine di migliaia i lavoratori lombardi delle aziende private fermi a causa degli effetti  del Coronavirus sull’economia, non solo nella “zona rossa”. E’ quanto emerge da un primo monitoraggio a cura del dipartimento Mercato del Lavoro della Cisl Lombardia. “L’impatto sul sistema produttivo lombardo rischia di aggravarsi – afferma Mirko Dolzadelli, segretario regionale con delega al Mercato del lavoro -. Sono particolarmente colpiti il turismo, il commercio, la logistica, i trasporti, la manifattura e ovviamente i servizi scolastici, formativi e in generale i servizi”. “Le ricadute, se non affrontate in modo deciso e tempestivo saranno pesanti sull’intero sistema economico – aggiunge -. Continua quindi il nostro impegno nel sostenere le misure condivise con Regione Lombardia nei giorni scorsi”.

 

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.