Home News Università, Politecnico di Milano tra le eccellenze mondiali

Università, Politecnico di Milano tra le eccellenze mondiali

Il QS World University Rankings by Subject 2020 riconferma il Politecnico di Milano tra i primi 20 Atenei al mondo della categoria Engineering & Technology. Da sottolineare il grande exploit di Architettura (dove dall’11° posto dell’anno scorso l’ateneo passa al 7°) e l’eccezionale 6° posizione in Design, stabile dal 2019.
“In questi giorni in cui il Paese è messo alla prova da un’emergenza sanitaria di portata globale, in un momento in cui la sua immagine subisce contraccolpi a livello internazionale, questo risultato serve a ricordare quale è il nostro valore. Da qui dobbiamo ripartire, da segnali positivi che ci permettono di riaffermare le nostre capacità, la nostra credibilità e la nostra reputazione su larga scala – commenta il Rettore, Ferruccio Resta – Troppo spesso sentiamo di rotte aree per l’Italia chiuse, di aziende che non riescono a mandare i loro prodotti nei mercati internazionali, di studenti italiani messi in quarantena e di ragazzi stranieri che temono di venire in Italia. Non lasciamo spazio alla paura e alla diffidenza, ricordiamo chi siamo.”
Analizzando in dettaglio l’area dell’Ingegneria, crescono in particolare Chemical Engineering (34° al mondo, 44° nel 2019), Electrical & Electronic Engineering (17° contro il 23° posto dell’anno scorso) mentre Civil & Structural Engineering riconferma la 7° posizione.
Nel panorama italiano, infine, il Politecnico di Milano si conferma primo assoluto sia in Ingegneria (in tutte le materie analizzate da QS: Computer Science & Information Systems; Chemical Engineering; Civil & Structural Engineering; Electrical & Electronic Engineering; Mechanical, Aeronautical & Manufacturing Engineering) che in Architettura e Design. (MiaNews)

Commenti FB
Articolo precedente“Hai il coronavirus”, cittadino cinese aggredito sotto casa
Articolo successivoJOURNEY: licenziati in tronco Valory e Smith per tentata truffa
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version