Mercato Centrale di Milano, l’inaugurazione ad Aprile

271
Il Mercato Centrale di Firenze, a cui si ispira il progetto di Milano.

Una trentina di botteghe tra cui un piccolo caseificio per la produzione di formaggi freschi, uno spazio pescheria e due macellerie e poi una migliaio di posti a sedere, secondo la formula, sempre più diffusa del mercato-bistrò, dove acquistare cibo “di qualità”, ma dove poter anche fermarsi a mangiare.
Prende forma il Mercato Centrale di Milano, il progetto si inserisce nella riqualificazione dell’area urbana esterna alla Stazione, che il Comune sta sviluppando con Grandi Stazioni Retail e Ferrovie dello Stato. In oltre 4500 metri quadrati di spazio, dislocati su due piani del lato esterno della Stazione, troveranno posto le nuove “botteghe artigianali del gusto” e le aree ristoro, con un investimento di oltre 7 milioni di Euro e circa 350 addetti.

Il format è nato nel Mercato di San Lorenzo a Firenze nel 2014. Sono poi seguite le apertura a Roma nel 2016 presso la Cappa Mazzoniana della Stazione Termini e a Torino, nel 2019 nel quartiere di Porta Palazzo. L’inaugurazione milanese è prevista ad aprile, probabilmente l’8, ma alcuni dettagli sono stati svelati questa mattina in un incontro moderato da Bruno Vespa (che è anche produttore di vino) e organizzato all’interno del cantiere con l’assessore ad Urbanistica e Verde, Pierfrancesco Maran, l’architetto Stefano Boeri, l’ad di Grandi Stazioni Retail Alberto Baldan e l’architetto del progetto Mercato Centrale Milano Alberto Tosello .
Presente per un saluto conclusivo anche il sindaco Giuseppe Sala. “Anche qui a Milano il nostro progetto si fa luogo di incontro tra il cibo buono e la cultura”, ha detto Umberto Montano, presidente di Mercato Centrale, spiegando che il Mercato sarà espressione di “professionalità artigianali del cibo”. L’assessore Maran ha invece sottolineato che il progetto si inserisce nel più ampio percorso di riqualificazione della zona della Stazione Centrale per renderla “un luogo più accogliente e sicuro per milanesi e turisti”. “Siamo partiti con la riqualificazione delle aiuole di piazza Duca d’Aosta – ha ricordato – e nei mesi scorsi sono stati aperti i nuovi dehor e realizzati nuovi spazi pedonali su lato di piazza Luigi di Savoia, dove entro l’estate contiamo di aprire una nuova area giochi per i bambini”. Anche l’ad di Grandi Stazioni Retail Alberto Baldan ha ripercorso gli interventi di riqualificazione sottolineando il valore architettonico della struttura “Per noi naturale iniziare dall’esterno”, ha detto, anche per valorizzare “la splendida facciata” e “poi abbiamo iniziato a portare eventi come villaggio di Natale. “Tutti interventi che devono tenere conto degli spazi a disposizione ma anche di un rilancio dal punto di vista architettonico”

(MIANEWS)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.