Home News Asili nido, Comune di Milano contro la Regione

Asili nido, Comune di Milano contro la Regione

Il Consiglio Comunale di Milano ha approvato l’ordine del giorno che chiede alla giunta  di attivarsi per la sospensione o la modifica della delibera di Regione Lombardia relativa alla revisione e all’aggiornamento dei requisiti per l’esercizio degli asili nido. Il documento ha come prima firmataria la consigliera comunale di Milano Progressista, Anita Pirovano, ed è stato condiviso con il Pd, Filippo Barberis, e Simone Sollazzo del Movimento 5 stelle. “Regione Lombardia attraverso una delibera di giunta sta mettendo a rischio il sistema degli asili nido – si legge nell’ordine del giorno -. Il Consiglio comunale invita il sindaco e la giunta ad attivare ogni possibile azione istituzionale con Regione Lombardia, anche in seno ad Anci Lombardia, per sospendere o modificare la delibera e a sollecitare la Regione per la realizzazione del sistema integrato 0-6 anni previsto dalla normativa nazionale”. Inoltre l’ordine del giorno “invita laddove fosse presente nel testo definitivo il ricorso al lavoro volontario a non applicare tale previsione nel territorio di Milano”. “Derubricano i nidi da servizi educativi a unità socio assistenziale e così aprono al volontariato, cambiando il rapporto tra bambini ed educatori, in maniera da rendere più complicata l’organizzazione dei servizi, rischiando di metterne in difficoltà il funzionamento – ha commentato Anita Pirovano di Milano Progressista -. Il consiglio comunale ha deliberato che per quanto riguarda gli asili nido comunali i volontari non entreranno, a tutela del benessere dei bambini e nel rispetto dell’alta professionalità dell’educatrice”.

Commenti FB
Exit mobile version