La Regione Lombardia sostiene fermamente Vigevano come candidata a ‘città italiana della cultura’ per il 2021. Lo ha confermato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, durante l’edizione numero 40 della BIT (Borsa Italiana del Turismo) in corso di svolgimento presso Fiera Milano Congressi. L’evento ha avuto una madrina d’eccezione, vale a dire Carolina Stramare, Miss Italia 2019 e vigevanese ‘doc’. Hanno partecipato alla presentazione della candidatura, oltre al sindaco Andrea Sala, anche gli assessori Lara Magoni (Turismo, Marketing territoriale e Moda), regina di casa e anima del turismo lombardo, Stefano Bruno Galli (Autonomia e Cultura), Silvia Piani (Politiche per la famiglia, Genitorialità e Pari opportunità), Melania Rizzoli (Istruzione, Formazione e Lavoro), Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli comuni) e i sottosegretari Antonio Rossi e Alan Christian Rizzi.Proprio oggi il presidente Fontana e l’assessore Galli hanno firmato una lettera con la quale sostengono ufficialmente la candidatura di Vigevano. “Per noi – ha spiegato – ha tutte le carte in regola per vincere. Noi ce la mettiamo e ce la metteremo tutta perchè questa è un’opportunità che non possiamo perdere anche tenuto conto dei grandi numeri che il turismo culturale e delle città d’arte sta dando alla nostra regione. Ogni possibilità che abbiamo per essere al centro dell’attenzione deve essere perseguita e noi cercheremo di dare tutto l’aiuto possibile”. Nell’occasione il governatore Fontana ha anche invitato Miss Italia a salire sul palco della ‘Festa della Lombardia’ che si celebrerà il prossimo 28 maggio in occasione dei 50 anni della Regione. “Carolina – ha ricordato – ha riportato la ‘fascia’ in Lombardia dopo 29 anni. Mi fa piacere che festeggi con noi un evento così importante”.

“E’ una grande emozione – ha detto Magoni – Vigevano è l’unica candidata lombarda in una rosa di 43 pretendenti. Come assessore al Turismo sarei davvero lieta che questo potesse avverarsi”. “Il presidente Fontana – ha continuato Magoni – ha voluto un assessorato specificatamente dedicato al Turismo perchè la Lombardia è unica. E’ una destinazione amata dal mondo, siamo ricettivi e abbiamo montagne che il mondo ci invidia, la zona lacustre più grande d’Europa e una pianura meravigliosa fatta di arte cultura, residenze storiche e castelli. E ancora, 13 siti Unesco e percorsi enogastronomici e sportivi unici. Insomma non ci manca veramente nulla. E, in questo quadro, Vigevano, con la sua piazza Ducale, con il Bramante e con l’unico museo italiano della calzatura è un vero e proprio ‘gioiellino’. Insomma, Vigevano merita questa vittoria”.

Per l’assessore Galli sarà sicuramente “una battaglia durissima perchè la concorrenza è elevata e agguerrita”. “Vigevano – ha sottolineato – ha un patrimonio architettonico, artistico e museale di tutto rilievo. Penso a Piazza del Duomo la cui facciata per anni è stata la copertina dello storico ‘Carosello’ , la torre del Bramante e le splendide scuderie di Leonardo. Da parte nostra c’è il massimo sostegno come conferma la lettera che con il presidente abbiamo firmato e la massima disponibilità degli uffici affinchè la candidatura abbia il risultato che tutti auspichiamo. La città ducale incarna alla perfezione la vocazione economico-produttiva che fa parte a tutto tondo del dna della nostra regione”. Grande soddisfazione è stata espressa che dall’assessore Silvia Piani che si è detta “molto orgogliosa di questa opportunità”. “Apprezzo moltissimo che tutta la Giunta regionale – ha detto – abbia sposato da subito questa candidatura che, senza dubbio, e un’occasione grandissima per il rilancio di questo splendido territorio non solo per l’intera provincia, ma per tutta la Lombarda” “Per me è un onore essere qui – ha detto Carolina – sono nata in Liguria ma ho scelto da sempre di vivere a Vigevano, una città incredibilmente suggestiva non solo dal punto di vista estetico e culturale . Abito in piazza Ducale, e la mattina quando mi sveglio ammiro la torre del Bramante, uno spettacolo davvero unico. Mi auguro dunque che Vigevano possa realizzare questo sogno come si è realizzato il mio”.

L’assessore Stefano Bruno Galli

Commenti FB
Articolo precedenteCoronavirus, presidente Fontana: “occorrono regole semplici, chiare per tutti” [VIDEO]
Articolo successivoAsili nido, Comune di Milano contro la Regione
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.