Una vettura posteggiata e senza alcuna persona a bordo è stata distrutta da un albero caduto sul lungolago a Lecco.  L’auto, una Toyota Auris, si trovava parcheggiata poco distante dall’area di servizio nei pressi dell’ingresso della Statale 36. Nel pomeriggio l’impalcatura di una casa si è staccata ed è finita sulla strada provinciale tra Pescate e Galbiate. A Valmadrera due gru sono precipitate al suolo, si registrano anche anche un edificio scoperchiato e una vetrata in pezzi. Un incendio alimentato dal vento si è sviluppato tra l’abitato di Pagnona e la località di Gallino. La strada Provinciale  67 fra Pagnona e Avano- Valvarrone è stata chiusa. Alberi e rami franati in strada hanno creato problemi anche nella Brianza Meratese, diverse le uscite dei vigili del fuoco a Rovagnate e Missaglia.  La statale 38 dello Stelvio, in Valtellina, è stata da poco riaperta dopo la chiusara al traffico avvenuta all’altezza di Ardenno (Sondrio)per la la caduta sull’asfalto di una parte del tetto di una casa scoperchiata per il forte vento.

Il Video pubblicato su Facebook dai colleghi de La Provincia di Lecco.

Raffiche a ottanta km/h. Il lago visto da Malgrate.

Publiée par La Provincia di Lecco sur Mercredi 5 février 2020

Commenti FB
Articolo precedenteGiornata di raccolta del Farmaco, il Banco Farmaceutico compie 20 anni
Articolo successivoTrovata morta, forse sbranata da due alani
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.