Scuola, Sala visita il cantiere della nuova Viscontini

484

“Scuole nuove, moderne nella struttura e nell’approccio educativo. Il desiderio di ogni genitore per i propri figli non è sempre di facile realizzazione. Gli edifici scolastici sono spesso vecchi. Intervenire per riqualificarli o ricostruirli è fondamentale, perché i bambini hanno diritto a vivere il proprio percorso formativo in un luogo sicuro, sereno e ricco di stimoli. Noi amministratori abbiamo il dovere di garantire tale diritto. Farlo è faticoso e dispendioso, ma non impossibile”. Così il sindaco Giuseppe Sala su Facebook dopo che questa mattina “insieme all’Assessore all’edilizia scolastica Paolo Limonta e al presidente di Municipio 8 Simone Zambelli, ho visitato il cantiere di una nuova scuola, che aprirà entro la fine dell’anno in uno dei quartieri a nord-ovest di Milano, al confine con il parco di Trenno”, spiega. “Si tratta della primaria di via Viscontini 7, un edificio che stiamo ricostruendo ex novo: sarà una struttura all’avanguardia, a basso impatto ambientale, con ridotti consumi di energia. Nel progettarla è stato messo in campo un percorso condiviso e partecipato che ha coinvolto anche insegnanti, genitori, collaboratori scolastici, associazioni e bambini.
Dopo la demolizione del vecchio plesso scolastico, terminata l’anno scorso, i lavori procedono a buon ritmo. La nuova Viscontini, realizzata con una struttura portante in legno, avrà una palestra, un auditorium e una biblioteca: sarà punto di riferimento per le famiglie dei 600 bambini del quartiere che la frequenteranno e ospiterà 8 laboratori”, conclude.

Commenti FB
Articolo precedenteSmog: Legambiente lancia “Detox Milano”, sette giorni senz’auto
Articolo successivoM4, lunedì dopo 5 anni riapre Corso Plebisciti
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.