Grazie ad un aumento di capitale di 273 milioni di euro, formalizzato il mese scorso, per Sogemi, la società che gestisce i mercati all’ingrosso di Milano, il progetto di riqualificazione di “Foody – Mercato Agroalimentare Milano”, approvato un anno fa, entra nella sua fase attuativa, come annunciato oggi in una conferenza stampa con il presidente di Sogemi, Cesare Ferrero. I fondi si compongono di 49 milioni di euro per cassa e 224 milioni di euro in natura attraverso il conferimento da parte dell’azionista Comune di Milano della proprietà fondiaria e immobiliare del comprensorio agroalimentare.
Con un investimento complessivo di oltre 100 milioni di euro entro il 2022, il progetto per la riqualificazione di uno dei più grandi ed importanti mercati all’ingrosso di tutta Europa, composto da 4 mercati – Ortofrutta, Ittico, Fiori e Carni – oltre 1 miliardo di euro/anno di merci scambiate e 10 milioni di consumatori serviti, prevede: un nuovo Padiglione Ortofrutta, rivisto in chiave più moderna e innovativa; una nuova piattaforma logistica che sarà punto di riferimento per le attività complementari; un rinnovato Palazzo Affari, che seguirà una progressiva riqualificazione “per divenire un polo per aziende e professionisti italiani e internazionali che operano nella filiera agroalimentare, offrendo spazi lavorativi di smartworking e co-working e servizi pensati per soddisfare le necessità odierne e future”. (MiaNews)

Commenti FB
Articolo precedentePriorità 2020, Sala: “Ambiente, trasporti e scuole” [VIDEO]
Articolo successivoPalpeggia ragazza per strada, arrestato 49enne a Vimercate (Mb)
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.