Una testimone: l’autista del filobus era al telefono

197

Una passeggera accusa l’autista del filobus che ha bruciato il rosso provocando il tremendo schianto con un compattatore dell’Amsa nel quale è morta Shirley Ortega Calangi: “era al telefono e parlava a voce alta di questioni che non sembravano di lavoro”. La donna, che non è rimasta ferita, si è poi allontanata dopo l’incidente ma ora la sua testimonianza sarà raccolta dagli inquirenti. Lo riporta oggi La Repubblica nelle pagine milanesi. Intanto i sindacati hanno deciso di dedicare un momento di raccoglimento in segno di cordoglio per Shirley Ortega Calangi. Pertanto – riferisce una nota – domani sabato 14 dicembre, sarà osservato un simbolico minuto di silenzio, in concomitanza con l’inizio della funzione funebre.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.