Policlinico di Milano, al via i lavori per il nuovo ospedale

314

Parte il conto alla rovescia: mille giorni per vedere sorgere il Nuovo Policlinico di Milano. Il progetto da 201 milioni di euro, aprirà poi le porte al primo paziente, dopo un’ulteriore fase di collaudo nel 2023. Questa mattina è stata posata la prima pietra in via Commenda alla presenza del sindaco Giuseppe Sala, del presidente della Regione Attilio Fontana Marco Giachetti, presidente Fondazione IRCCS Ca’ Grande Ospedale Maggiore Policlinico e di Ezio Belleri e dell’arcivescovo di Milano Mario Delpini. “Il nostro non sarà solo un ospedale nuovo”, ha spiegato poi Ezio Belleri, direttore generale del Policlinico di Milano, “ma in prospettiva sarà anche un nuovo modo di rispondere alle esigenze di cura dei pazienti e dei cittadini”. “E’ un momento significativo per le regione Lombardia, una regione in cui la sanità funziona ma che può migliorarsi sempre di più, come dimostra questo nuovo ospedale”, ha commentato il governatore Fontana. Mentre il sindaco Giuseppe Sala ha spiegato che “il contributo del Comune di Milano consisterà, al di là di seguire l’iter dei lavori, nel riuscire a portare M4 in tempo per l’apertura. Ce la possiamo fare. Negli ultimi 24 mesi l’M4, dopo le difficoltà iniziali, non ha perso un giorno e io conto che si potrà scendere qui vicino dalla metropolitana quando sarà aperto”.

Il nuovo Policlinico sarà formato da due Edifici di 7 piani, uniti in un Corpo Centrale di 3 piani. Sotto l’edificio ci sarà un parcheggio da circa 500 posti auto, sia per i dipendenti, sia per i visitatori e i pazienti. Questa parte della struttura è anche attrezzata per trasformarsi in uno spazio per la gestione di eventuali maxi-emergenze. L’intero edificio sarà dotato di tecnologia antisismica innovativa e materiali a ridotto impatto ambientale. Nel Corpo centrale ci saranno 21 sale operatorie, mentre nei sotterranei le grandi macchine della Radiologia e Neuroradiologia. Una Galleria pedonale all’esterno permetterà inoltre il collegamento con la città, con negozi, servizi, una piazza coperta e un’area espositiva dedicata a mostre, convegni e iniziative aperte al pubblico. Sul tetto del Corpo Centrale ci sarà il grande Giardino Terapeutico sopraelevato. L’Edificio Sud sarà dedicato in particolare alla donna, al neonato e al bambino, con l’Area Urgenza, il Pronto Soccorso ostetrico-ginecologico, il Soccorso Violenza Sessuale e Domestica e il Pronto Soccorso Pediatrico. Spazio anche per un’Area ginecologica e l’Area dedicata alla Maternità e alla Patologia della Gravidanza. Ci saranno inoltre due “Case del Parto”, mini appartamenti che ricreano un ambiente famigliare per permette alle donne di vivere meglio l’esperienza del parto. Nell’Edificio Nord si concentreranno invece le attività medico-chirurgiche con particolare attenzione all’area dei Trapianti. (MIANEWS)

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.