Incendio in casa, le fiamme partite dalla batteria del monopattino elettrico

81

La Procura di Milano ha aperto un fascicolo per omicidio colposo plurimo, contro ignoti, sul caso  per la morte dei due giovani fidanzati morto nel rogo scoppiato nel loro appartamenti in Alzaia Naviglio Grande. Il pm Gaetano Ruta ha disposto l’autopsia sul corpo dei due giovani, Rosita Capurso 27 anni e Luca Manzin 29 anni.  Tra le ipotesi principali dell’incendio c’è quella del monopattino elettrico:  la batteria sarebbe esplosa mentre era sotto carica. Per un insieme di concause, da lì le fiamme si sarebbero sviluppate velocemente, per la presenza di panni e di vernici (i due fidanzati stavano imbiancando l’appartamento) Il pm ha disposto l’autopsia sui corpi delle vittime  e ha posto sotto sequestro la villetta.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.