Home News Sistema Caianiello, pm al lavoro sul “Giro di Baggio”

Sistema Caianiello, pm al lavoro sul “Giro di Baggio”

L’inchiesta “Mensa dei Poveri” che sta svelando il sistema di corruzione in Lombardia con a capo il “ras” di Forza Italia a Varese e provincia Nino Caianiello, potrebbe portare a nuovi sviluppi. Dopo gli ultimi arresti eccellenti, quelli dell’ex europarlamentare di Forza Italia Lara Comi, del leghista Paolo Orrigoni, titolare dei supermercati Tigros e dell’ex direttore di Afol Giuseppe Zingale, l’attenzione dei pm non è solo sui supermercati di Orrigoni nel Varesotto e le presunte mazzette per varianti urbanistiche e autorizzazioni: tra le carte dell’inchiesta – come riferiscono i quotidiani di oggi – c’è anche un verbale da cui emerge l’interessamento del cosiddetto “giro di Baggio” per l’apertura di un Lidl in zona Forze Armate a Milano e di unTigros sempre in zona Baggio. Il “giro di Baggio” riguarda i politici di Forza Italia Pietro Tatarella e Fabio Altitonante – già finiti nell’inchiesta – e Marco Bestetti – non indagato – presidente del Municipio 7 di Milano e coordinatore nazionale di Forza Italia Giovani.

Marco Bestetti

Bestetti viene tirato in ballo da Caianiello nelle intercettazioni. “Devi chiamare ‘sto Bestetti – diceva Caianiello a Orrigoni – perché questi mi hanno detto che ti vogliono cambiare il progetto giù a Milano (…) ti avevo detto chiamalo perché quello che gestisce lui…” Per i pm Orrigoni avrebbe chiesto delucidazioni “riguardo la dazione che dovrà elargire in favore di Tatarella e Bestetti per autorizzazioni urbanisticche per l’apertura di punti vendita a Milano”.

Commenti FB

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version