Il proprietario della palestra aveva trasformato quel luogo in un ‘bazar’ della droga con hashish (258 grammi), marijuana (6), cocaina in sassi (143) e polvere (94), insieme ad anabolizzanti, altre sostanze chimiche e la somma di 8.500 euro in contanti. Singolare però il modo in cui gli agenti della polizia di Stato sono riusciti ad arrestare questo italiano 42enne. La vicenda comincia la notte scorsa, quando verso l’una e mezza un addetto alle pulizie di una vicina palazzina nota i movimenti sospetti di quattro uomini davanti alla palestra 365Gym di via Moscati. I quattro sono ladri italiani di età compresa tra i 19 e 57 anni e con alle spalle diversi precedenti. Bloccati in flagrante dalla Polizia, i quattro raccontano di essere andati là per rubare una borsa contenente della droga.  Una storia che insospettisce gli agenti e li convince a effettuare una perquisizione approfondita fino al ritrovamento degli stupefacenti. Gli accertamenti si spostano, allora, presso l’abitazione del proprietario 42enne e lì viene rinvenuta altra droga: sempre hashish (12 grammi), marijuana (23), cocaina in sassi (16) e in polvere (40). Il proprietario della palestra è stato arrestato, mentre i quattro ladri sono stati solo indagati per tentato furto.

Commenti FB
Articolo precedenteCremona-Mantova, l’assessore Terzi scrive al ministro Toninelli
Articolo successivoMaltempo, Fontana: vicinanza alla comunità lecchese
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.