Milano sempre più turistica, oltre 5 milioni di visitatori nei primi sei mesi dell’anno

119

Anche nella prima metà dell’anno prosegue l’aumento del numero di visitatori a Milano: con una crescita media mensile del 7,5 per cento rispetto al 2018, sono 5.100.965 i turisti giunti nei primi sei mesi dell’anno, di cui 3.469.200 nella sola città di Milano, 1.292.388 nel territorio della Città Metropolitana e 339.377 nella provincia di Monza e Brianza.
L’aumento maggiore è stato registrato nel mese di giugno, con 933.425 arrivi, il 10,9% in più rispetto allo stesso mese del 2018, quando i visitatori furono 841.969. Notevole incremento anche nel mese di febbraio, con 751.370 arrivi, l’8,5% in più rispetto all’anno precedente.

Per quanto riguarda la tipologia di visitatori, i single sono la categoria di turisti più frequenti, con 2.563.873 presenze, e per la maggior parte appartengono a una fascia d’età tra i 31 e i 45 anni, 1.647.965. La stragrande maggioranza dei visitatori, 5.026.461, ha soggiornato sul territorio tra uno e dieci giorni.

“Milano è sempre più attrattiva – dichiara Roberta Guaineri, assessore al Turismo – e rientra ormai nella cerchia delle mete più ambite a livello internazionale, grazie al suo straordinario patrimonio artistico, architettonico e monumentale e alle molteplici proposte organizzate dall’Amministrazione comunale in collaborazione con privati e associazioni di settore per valorizzare le eccellenze del territorio, quali cultura, moda, design, cibo e sport. L’impegno dell’Amministrazione è quello di proseguire nella promozione della nostra città a livello internazionale e mantenere così costante questa straordinaria tendenza positiva. Siamo certi, infine, che le tante iniziative promosse in questi mesi sul nostro territorio per celebrare il quinto centenario della morte di Leonardo Da Vinci contribuiranno a superare entro l’anno i 10 milioni di turisti accolti nella nostra bella Milano”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.