Violenza donne, ridipinta la panchina rossa vandalizzata

76

L’Associazione “Elica Rossa” ha ripristinato  la panchina rossa che ricorda le donne torturate, seviziate e uccise nel campo di concentramento di Ravensbrück collocata davanti alla Casa della Memoria, in via Confalonieri, che era stata vandalizzata pochi giorni fa. Nel comunicato dell’associazione si legge “un nuovo fiore per Ravensbrück. Anzi due. Oggi abbiamo rifatto la panchina in memoria delle donne imprigionate a Ravensbrück, eravamo in tante e tanti, singoli, rappresentanti delle istituzioni, associazioni e artisti. Eravamo in tanti a ridipingere la panchina perché siamo in tanti a pensare che solo dalla nostra memoria collettiva possa nascere un futuro basato sul rispetto, l’equità e la solidarietà Ci sembra opportuno sottolineare che la prima panchina non è stata coperta di scritte, ma abrasa, con carta vetrata, non quindi un gesto bagatellare, una bravata, ma un’azione mirata, pensata e preparata. Ma siamo resilienti e la nostra resistenza culturale non verrà sconfitta. Antifascisti sempre. Grazie a tutti i presenti e ad #Anpi, #Aned #Cir (comitato internaziole Ravensbrück) ai consiglieri del comune di Milano presenti (Anita Pirovano, Diana De Marchi, Paolo Limonta).”

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.