“Fake Onlus”, 11 arresti per gestione economica illecita

118

Sono 11 le misure cautelari eseguite in Lombardia e Campania a carico di altrettante persone accusate di far parte di “una organizzazione criminale dedita alla truffa e all’auto riciclaggio”.
Le indagini, durate due anni, dei pm Bocassini e Prisco, condotte dalle fiamme gialle di Lodi vedono al centro un pericoloso sodalizio criminale per la gestione dell’emergenza migranti nelle prefetture di Pavia, Lodi e Parma.
“Volontari senza frontiere”, Milano Solidale”, “Amici di Madre Teresa” e “Area Solidale”. Questi i nomi delle Onlus, costituite tramite dei documenti falsi e che partecipavano ai bandi pubblici per l’accoglienza di migranti.
Dal 2014 ad oggi, avrebbero ricevuto dallo stato più di 7 milioni di euro di cui, 4,5 spesi per “scopi personali” dai dirigenti e amministratori.
Inoltre le Onlus risultano essere collegate a pluripregiudicati appartenenti alla’ ndrangheta e sempre tramite documenti falsi, riuscivano a far ottenere a persone recluse la concessione della misura alternativa alla detenzione tramite assunzione presso le cooperative
Il pm Prisco ha commentato  che si tratta di “eccezioni” e ha aggiunto che “non bisogna sottovalutare che ci sono altre Onlus che invece hanno bel gestito l’accoglienza di migranti”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.