Mazzi di fiori e pacchetti regalo con dentro anelli e orecchini: attenzioni non gradite che, dopo ben 11 anni dalla fine della loro breve relazione, sono costati l’arresto per atti persecutori a un uomo di 39 anni. La vittima delle sue reiterate molestie, una donna di 53 anni, ha sopportato per lungo tempo i suoi atteggiamenti arrivando, persino a chiedere l’intervento dei genitori di lui, anche loro preoccupati dall’ossessione di cui era preda il figlio. Poi non ce l’ha più fatta e, dopo aver bloccato contatti social e indirizzi mail, lo ha denunciato lo scorso 28 maggio. Una decisione, però, non sufficiente a fermare il 39enne che ieri si è presentato, in via Morimondo, sotto l’ufficio dove la donna lavora e, dopo aver tentato più volte di contattarla, è stato arrestato.

Commenti FB
Articolo precedente“Il cammino delle Terre Mutate” , un itinerario turistico solidale
Articolo successivoMilan, Ganz allenatore della squadra femminile
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.