Fatebenefratelli, esasperati dall’attesa aggrediscono infermiere

50

Dopo 12 ore di attesa in Pronto Soccorso, due uomini si sono scagliati contro un infermiere del Fatebenefratelli prendendolo a pugni e sputi. Questa la denuncia arrivata dal sindacato di base USB che riporta in un comunicato la violenta aggressione avvenuta ieri. “Un operatore addetto al triage è stato aggredito da due cittadini – padre e figlio – e minacciato di morte. Anche la guardia giurata, intervenuta a difesa dell’infermiere che nel frattempo si era chiuso dentro il locale del triage, ha subito una contusione”. Senza cercare di giustificare la situazione verificatasi, Usb punta il dito contro i forti tagli del personale che causano, soprattutto nei fine settimana, enormi problemi di personale e frequenti ritardi nell’assistenza dei pazienti. “Ormai da tempo c’è un solo medico al Pronto Soccorso, e anche la situazione degli infermieri è gravissima. Al momento dell’aggressione il medico e l’infermiere erano impegnati tra l’altro in una gravissima emergenza per assistere un bambino di quattro anni che si era conficcato una forbice nell’occhio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.