Odio sui social, record a Roma e Milano

37

Cresce l’odio sui social. A dimostrarlo è la quarta edizione della Mappa dell’Intolleranza, progetto ideato da Vox – Osservatorio Italiano sui Diritti, che mostra come le categorie più colpite in rete siano quella dei migranti, quella dei musulmani e quella degli ebrei.  I social media sono ormai corsia preferenziale di incitamento all’intolleranza e al disprezzo nei confronti di gruppi minoritari o socialmente più deboli”, ha detto Silvia Brena cofondatrice di Vox. La rilevazione ha analizzato i tweet apparsi tra marzo e maggio 2019, documentando come sul totale dei cinguettii a tema migranti più della metà siano disprezzanti e pieni di odio. Cresce anche l’intolleranza verso le persone di fede ebraica, quasi inesistente fino al 2018 secondo i curatori del rapporto: l’aumento dei messaggi ostili qui è del +6.4%. In crescita infine anche l’avversione verso la categoria dei musulmani: + 6.9% registrato dalla ricerca. Unica nota positiva del rapporto è la diminuzione dei tweet intolleranti nei confronti delle persone omosessuali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.