Mamma germana con otto piccoli a spasso in autostrada [VIDEO]

101
dav

La mamma germana e gli otto piccoli che, stamane, scorrazzavano sul Raccordo tra A4 Torino-Venezia e A58-TEEM sono stati salvati grazie al tempestivo intervento del personale di Tangenziale Esterna SpA, messi in sicurezza e, poi, liberati nell’Oasi di Vizzolo ancora nella disponibilità dalla Concessionaria. La sensibilità animalista dell’equipaggio di ausiliari del traffico guidato da Donato Corvaglia, che aveva notato la famigliola nel corso di una perlustrazione lungo il Ramo Tre (Agrate-Caponago) dell’Interconnessione e si era premurato di depositarla dietro il guard-rail, ha, dunque, sottratto alle ruote di auto e TIR i volatili a spasso in Autostrada.

L’operazione, coordinata dalla Sala Radio, è stata ripresa dalle telecamere che monitorano l’Arteria taglia-file (33 chilometri da Agrate a Melegnano collegati con A4, A35-BreBeMi e A1 Milano-Napoli) e potrebbe, quindi, diventare virale quanto il video relativo al transito notturno di volpi, tassi e faine dentro i passaggi salva-fauna di A58-TEEM. Il pericolo che madre e figlioletti tornassero sul Tracciato e finissero investiti ha convinto la squadra di tecnici mobilitata a caricare gli uccelli su un’auto di servizio e a reimmetterli nella Natura all’interno di una delle due cave utilizzate durante la costruzione dell’Autostrada (2012-2015) e,  successivamente, trasformate in riserve dell’avifauna.

 

Commenti FB
Articolo precedenteIncidenti sul lavoro, corteo e flash mob a Monza
Articolo successivoA Ponte di Legno i campionati italiani di pattinaggio artistico
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.