“Noi vogliamo andare avanti, perché nella mia cultura c’è un tempo per discutere, uno per decidere e uno per attuare. L’opposizione farà la sua parte. Semmai gli facciamo anche un favore, visto che potranno impostare la prossima campagna elettorale dicendo che torneranno con il biglietto a 1,50 euro”. Così il sindaco Giuseppe Sala in merito alla delibera che approda in Consiglio comunale sull’aumento del biglietto Atm. “Io ribadisco: per me, per i milanesi è molto meglio avere un servizio eccellente in Italia e anche in Europa. Tanti di quelli che parlano di trasporto pubblico non sono mai saliti su una metropolitana a New York. Qui la metropolitana, in termini di qualità, di pulizia, di servizio, è veramente eccellente. Quindi se loro pensano che va davvero privilegiato il biglietto a 1,50 euro a prescindere da tutto, hanno una grande occasione per la prossima campagna elettorale perché potranno puntare su questo. Io, ai milanesi, farò un discorso diverso”. Sull’entrata in vigore della nuova tariffa, prevista dal 15 luglio, Sala ha aggiunto: “Potremmo mettere tante questioni sul tavolo per cui non c’è mai un momento giusto. In realtà ne stiamo parlando da un tempo lunghissimo. Il tutto può essere perfezionato, messo a posto, ma anche dopo. Il mondo non finisce qua. Io non sottovaluto le difficoltà che ci possono essere nella cittadinanza e in chi paga il biglietto, però in termini di tutela, sia sull’abbonamento che sulle fasce più deboli, abbiamo fatto tantissime cose. Si può fare di più, si può ragionare in futuro di biglietto a tempo, però adesso bisogna andare avanti, sennò non si chiude mai”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.