Approda davanti le sedi delle Regioni la vertenza dei 1860 lavoratori dei 55 punti vendita Shernon Holding, la società che aveva rivelato i punti vendita di Mercatone Uno. Domani 7 giugno i lavoratori manifesteranno tutta l’angoscia dettata dall’attesa, a dieci giorni dalla sentenza di fallimento decretata dal Tribunale di Milano, mentre sembrerebbe che i commissari abbiano presentato istanza presso il Tribunale di Bologna per chiedere l’Amministrazione Straordinaria, passaggio che consentirebbe l’attivazione dell’ammortizzatore sociale. Proprio per la mancanza di risposte ed il lungo silenzio e per dare continuità al percorso attivato da molto tempo, i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno inviato una comunicazione al curatore fallimentare di Shernon Holding. I sindacati hanno anche sollecitato il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio ad attivare in tempi brevi un confronto sulle prospettive aziendali ponendo il problema della lunga attesa e delle diverse problematiche, compresa la necessità di procedere alla sospensione delle rate di mutui, finanziamenti, cessioni, ecc. considerato che i lavoratori sono senza retribuzione dal mese di maggio. I sindacati invitano anche i lavoratori, individualmente, a trasmettere comunicazione di “messa a disposizione” alla curatela fallimentare. «L’attesa lascia spazio a soggetti che tentano di promuovere azioni autogestite e spontanee che hanno tutta l’aria di essere strumentali e spinte dall’esterno» stigmatizza la segretaria nazionale della Fisascat Cisl, Aurora Blanca, sottolineando che «occorrerà appena possibile procedere al trasferimento delle risorse umane e all’attivazione dell’ammortizzatore sociale». Per la sindacalista è inoltre «necessario che l’Inps provveda a liquidare il Tfr pregresso visto che al momento risultano essere rigettate le istanze presentate dai lavoratori». «L’intervento dell’Inps – ha concluso Blanca – potrebbe essere fonte di ristoro per i lavoratori e le loro famiglie in attesa dell’ammortizzatore sociale».
Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.