“Preach”, il nuovo John Legend [VIDEO]

398

Recentemente consacrato nell’olimpo dei vincitori di EGOT (Emmy, Grammy, Oscar, Tony Awards), il cantautore  JOHN LEGEND torna con un nuovo singolo: “PREACH” (Columbia Records), questo il titolo del brano, entrerà in rotazione radiofonica da venerdì 22 febbraio.

Il videoclip ufficiale, diretto da Dominique DeLeon, è il primo a utilizzare la funzione di raccolta fondi di YouTube che invita gli utenti a dare il proprio contributo a FREEAMERICA attraverso il pulsante “fai una donazione”.
FREEAMERICA ha l’obiettivo di amplificare le voci degli individui colpiti da errori del sistema giudiziario penale americano e di coloro che stanno lavorando per cambiarlo. Sfidando gli stereotipi e abbattendo le barriere cerca di porre fine alla carcerazione di massa a favore di comunità giuste ed eque diffuse in tutti gli Stati Uniti.

“L’idea alla base della canzone è che a volte possiamo essere frustrati da alcune notizie o da quello che sta succedendo e questo provoca qualcosa dentro di noi. Diventiamo indifferenti? Siamo coinvolti? Ne parliamo semplicemente o facciamo qualcosa?”, così commenta John Legend.

Commenti FB
Articolo precedenteArtigianato, in calo le imprese giovanili, – 5,8 in un anno
Articolo successivoNotte all’aperto per tre consiglieri comunali, contro il decreto Salvini
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati