Uccide l’ex moglie, domani il tunisino sarà interrogato

55

Sarà interrogato domattina dal gip nel carcere di Bergamo Ezzeddine Arjoun, il trentacinquenne tunisino in cella con l’accusa di aver ucciso, sabato sera, la moglie dalla quale si stava separando, Marisa Sartori, 25 anni, e di aver ferito gravemente la cognata Deborha Sartori, 23 anni, ora fuori pericolo. Dopo aver ucciso a coltellate la donna, che ha sotto casa dei genitori di lei, in via IV Novembre a Curno, alle porte di Bergamo, e dopo aver ferito la cognata che aveva tentato di difenderla, il tunisino si è presentato dai carabinieri di Curno, la cui stazione dista 350 metri. Nel tragitto ha buttato il coltello in un cespuglio e i carabinieri lo hanno già recuperato. Ai militari ha subito ammesso il delitto. La sorella della vittima si è svegliata dal coma e sarà sentita domani dagli inquirenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.