Sono quasi 90mila i lombardi colpiti dall’influenza nella terza settimana di gennaio, mentre il conto totale degli italiani ammalati raggiunge i 2,8 milioni dall’inizio della sorveglianza ad ottobre. E’ quanto emerge da un’elaborazione della Coldiretti Lombardia su dati del Ministero della Salute in occasione del primo “Vitamina Day” con i rimedi contadini per combattere in modo naturale i malanni di stagione, in corso al mercato agricolo coperto di Porta Romana a Milano.

Nella terza settimana del 2019 – sottolinea la Coldiretti regionale – in Lombardia la fascia di età maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei cinque anni in cui si osserva un’incidenza pari a circa 20,29 casi per mille assistiti, mentre nella fascia 5-14 anni l’incidenza è di 8,95 casi per mille assistiti, nei giovani adulti è di 9,09 e negli anziani di circa 3,89 casi per mille assistiti. Secondo l’ultimo bollettino InfluNet, a livello nazionale ci si avvicina al picco epidemico.

Contro le malattie da raffreddamento è scientificamente provato – spiega Coldiretti – come una corretta dieta a base di vitamina C e sali minerali sia una validissima alleata e non c’è dubbio che l’alto contenuto di questa vitamina negli agrumi, ma anche nei kiwi, ha un effetto benefico contro le scorie (radicali liberi) che “annientano” l’organismo e che sono prodotte, proprio dal nostro corpo, in grandi quantità nel periodo invernale. E allora – continua la Coldiretti – invece di abusare di sostanze multivitaminiche che vanno tanto di moda oggi, è meglio preferire gli agrumi e tutta la frutta e verdura di stagione, preparando spremute e centrifugati, che il nostro Bel Paese ci offre in questo momento con benefici per il portafogli e il palato.

Proprio gli agrumi sono i grandi protagonisti degli antichi rimedi contadini in mostra al farmers’market di via Friuli 10/A a Milano. Oltre a spremute e centrifughe, i tutor della spesa Coldiretti spiegano ai consumatori come combattere i disturbi più frequenti in questo periodo. Se contro mal di gola – continua la Coldiretti Lombardia – si consiglia di fare gargarismi con succo di due limoni diluiti in mezzo bicchiere d’acqua e sale, contro il raffreddore basta tagliare un limone in due, versarne un po’ di succo nel palmo della mano e aspirarlo. La fastidiosa tosse può essere sedata poi – spiega ancora Coldiretti – bevendo il succo di un limone con un cucchiaio di miele. Per la raucedine il toccasana è un centrifugato di carote fresche e un cucchiaino di miele da bere durante la giornata. E se si aggiungono problemi bronchiali i nonni contadini preparavano un decotto con 2 o 3 cucchiai di semi di lino, acqua e mezzo bicchiere di vino rosso fatti bollire per 2 o 3 minuti. Il tutto va versato su una salvietta di cotone o di lino da piegare e mettere sul petto, lasciandolo fino a quando diventerà freddo.

Nella dieta – conclude la Coldiretti – non vanno comunque trascurati piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) per preparare zuppe antigelo ché contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l’organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali. Al mercato agricolo coperto di Porta Romana è stata allestita anche “la tavola del benessere” con il suggerimento di 5 porzioni di ortaggi e frutta di altrettanti colori che, mangiati con regolarità, aiutano a vivere meglio.

Commenti FB
Articolo precedenteGiorno della memoria, Binario 21 sul Pirellone
Articolo successivoOlimpiadi 2026, consegnata all’assessore Cambiaghi la bandiera della candidatura di Milano-Cortina
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati