Venerdì 25, domenica 27 e lunedì 28 gennaio, il Memoriale della Shoah di Milano apre le sue porte a tutti i cittadini interessati a scoprire questo luogo simbolo di una delle più grandi tragedie della storia recente, teatro delle deportazioni ad oggi rimasto intatto. Il 25 gennaio, dalle 10.00 alle 14.00, e il 27 e 28 gennaio dalle 9.30 alle 19.00, si potranno effettuare visite sia guidate che libere.

All’interno del Memorialeè  inoltre possibile visitare Ricordi Futuri 4.0. Cosa c’è in fondo al binario, mostra d’arte a cura di Ermanno Tedeschi. L’esposizione racconta, attraverso opere d’arte figurativa, installazioni multimediali, fotografie, documenti e videointerviste, l’importanza del ricordo e della sua attualizzazione, al fine di rielaborare criticamente ciò che è stato, per una lettura consapevole di ciò che è e di ciò che sarà.

Vista la grande affluenza, per ciascuna tipologia di visita è obbligatoria la prenotazione sul sito http://www.ticketone.it/memoriale-della-shoah dove sarà possibile selezionare la fascia oraria desiderata. Nei giorni dell’evento sarà possibile accedere alle visite in loco solo nel caso di disponibilità residua nelle fasce orarie, compatibilmente con la capienza e con le prenotazioni già pervenute. La visita è gratuita, fatto salvo il costo di gestione della prevendita TicketOne, pari a 1,50 €.

Inoltre, il Memoriale resterà aperto alla cittadinanza tutte le domeniche del mese di febbraio dalle ore 10.00 alle 18.00.

 

Domenica 27 gennaio alle 20, presso la Sala Verdi del Conservatorio G. Verdi di Milano si terrà il tradizionale concerto di commemorazione del XIX Giorno della Memoria con la direzione di Carlo Emilio Tortarolo e musiche di Leonard Bernstein. La serata, che vedrà la partecipazione diGeppi Cucciari, sarà arricchita da un reading di alcuni dei testi di Primo Levi, ricordato e celebrato nel centenario della sua nascita. L’evento è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza.

Mercoledì 30 gennaio alle  18.30 il Memoriale ospiterà l’incontro organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio e dalla Comunità Ebraica di Milanocon il patrocinio del Municipio 2 del Comune di Milano dal titolo “Coloro che non hanno memoria del passato sono condannati a ripeterlo”. Porterà la sua testimonianza durante l’evento la Senatrice a vita Liliana Segre, partita dal binario del Memoriale proprio il 30 gennaio del 1944.

Interverranno anche il Presidente della Comunità di Sant’Egidio Giorgio Del Zanna, il Presidente della Fondazione Memoriale della Shoah Roberto Jarach, il Rabbino Capo di Milano Rav Alfonso Arbib, il Responsabile Ufficio Ecumenismo e dialogo del CEI Don Giuliano Savina e la musicista rom Jovica Jovic, in memoria dello sterminio di Rom e Sinti. Presente anche una rappresentanza dell’Inter, a dimostrazione del rifiuto da parte del mondo del calcio di tutte le forme di discriminazione e razzismo.

Il Memoriale sorge laddove tra il 1943 e il 1945 migliaia di ebrei, rastrellati in città e nella regione, furono caricati su vagoni merci e agganciati ai convogli diretti a Auschwitz-Birkenau, Bergen Belsen e ai campi italiani di raccolta, come Fossoli e Bolzano. Dagli stessi binari partirono anche numerosi deportati politici, destinati al campo di concentramento di Mauthausen o ai campi italiani.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.