Rimborsopoli, condannati Bossi Jr e Minetti

157

Il Tribunale di Milano ha condannato a due anni e sei mesi Renzo Bossi, figlio di Umberto Bossi detto il Trota, e a un anno e 8 mesi l’ex igienista dentale di Silvio Berlusconi Nicole Minetti, tra i 57 imputati al processo sulla cosiddetta ‘Rimborsopoli’ al Pirellone, tutti ex consiglieri ed ex assessori in Regione Lombardia tranne uno. I due sono stati ex consiglieri della Lega e del Pdl. Condannato a un anno e 8 mesi Massimiliano Romeo, attuale capogruppo della Lega in Senato. I giudici hanno anche condannato a un anno e 6 mesi Angelo Ciocca, attualmente eurodeputato del Carroccio. Per entrambi la pena è sospesa ed è stata decisa la non menzione. La pena più alta di 4 anni e 8 mesi per Stefano Galli, ex capogruppo della Lega in Regione.

Per l’eurodeputato di Fratelli d’Italia Stefano Maullu, condannato a un 1 anno e 6 mesi di
reclusione, il Tribunale ha anche dichiarato la pena sospesa e la non menzione come per tutti coloro che hanno preso pene infeririri ai 2 anni. Tra i condannati anche l’ex assessore leghista Monica Rizzi (2 anni e 2 mesi), l’ex capogruppo del Pdl Paolo Valentini (3 anni), l’ex assessore Massimo Buscemi e l’ex capogruppo di Sel Chiara Cremonesi (entrambi a 2 anni e 2 mesi), gli ex assessori Paolo Pozzi (1 anno e 6 mesi) e Gianluca Rinaldin ( 2 anni e 9 mesi).
Assolti invece Romano Colozzi, Daniel Ferrazzi, Carlo Maccari, Massimo Ponzoni e l’ex presidente del Consiglio Davide Boni che si e’ visto anche dichiarare la prescrizione per alcuni capi di imputazione.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.