Da oggi al cinema il biopic su MIA MARTINI “Io Sono Mia”

198

Ci sono artisti che, come pochi, hanno saputo esprimere lo spirito del proprio tempo e, anzi, persino anticiparne il corso. Tra questi c’è MIA MARTINI, una delle più belle voci italiane di sempre. Un’artista con un’esperienza umana scandita da grandi successi e un privato denso di emozioni, sempre in bilico tra crisi esistenziali e traguardi professionali.

Una personalità sincera e autentica, che ha saputo tenere testa a pregiudizi emarginanti, che non ha voluto scendere a compromessi, pagando a caro prezzo le proprie scelte artistiche e personali.

Ora la sua storia e il racconto del pregiudizio che ha deviato il corso della sua vita arrivano in anteprima al cinema per soli 3 giorni in un evento unico dedicato a tutti coloro che hanno amato la sua voce e a chi volesse (ri)scoprirla. Dopo lo straordinario successo di “Principe Libero” (dedicato l’anno scorso alla storia di Fabrizio De Andrè), ora prodotto da Eliseo Fiction (di Luca Barbareschi) in collaborazione con Rai Fiction, diretto da Riccardo Donna, scritto da Monica Rametta e interpretato da una straordinaria Serena Rossi nel ruolo di Mimì, “Io Sono Mia” arriverà nelle sale italiane solo per il 14, 15 e 16 gennaio 2019, distribuito da Nexo Digital (elenco sale su www.nexodigital.it), per andare poi in onda su Rai1 e on line su RaiPlay, martedì 12 febbraio, nella settimana dopo il Festival di Sanremo.

Io Sono Mia” si apre a Sanremo nel 1989, quando un’esile figura femminile percorre i corridoi che portano al palco del teatro Ariston. È Mia Martini al suo rientro sulle scene dopo sei anni di abbandono, un’occasione che Modugno definì in una lettera a Martini “la sua rivincita contro la cattiveria del mondo”. Sai la gente è strana, prima si odia poi si ama” è la prima strofa di “Almeno Tu Nell’Universo” e della sua nuova vita che voleva far parlare solo la musica. Mimì si racconta in una serrata intervista con Sandra (Lucia Mascino), una giornalista che in realtà a Sanremo vorrebbe incontrare Ray Charles e che inizialmente considera Mia Martini solo un ripiego, ripercorrendo la sua vita e firmando poi il pezzo che le svolterà la carriera professionale… Gli inizi difficili da bohémienne; il rapporto complesso col padre che, pur amandola, la ostacola fino a farle male; una storia d’amore contrastata che la travolge segnando il suo destino sentimentale; il marchio infamante che le si attacca addosso come la peste condizionando la sua carriera con alti e bassi vertiginosi; il buio, fino alla nuova dimensione di vita più pacificata ma lontana dalla sua tanto amata musica. E tante tante sigarette, irrinunciabili, come la compagnia del suo adorato cagnolino… “Io Sono Mia” è la storia di un’artista unica e inimitabile; la storia di una donna appassionata che ha amato tutto e tutti fino in fondo, con ogni fibra del suo essere.

Luca Barbareschi, Loredana Bertè e Serena Rossi alla Conferenza Stampa di presentazione del film su Mia Martini “Io Sono Mia” a Milano

Il progetto è ben riuscito ma lascia attoniti durante la Conferenza Stampa di presentazione (presso l’Anteo Spazio Cinema di Milano, con cast, regia, produzione e distribuzione) apprendere dalla viva voce di Loredana Bertè che due personaggi cardine come Renato Zero (amico fraterno, che appare solo brevemente nel film agli esordi, come Anthony) e Ivano Fossati (autore importante e grande amore della vita di Mimì, qui sostituito dalla figura fittizia dell’imprevedibile fotografo Andrea) abbiano tenacemente preso le distanze, chiedendo appunto di non essere coinvolti né addirittura citati nel film: Purtroppo non hanno voluto nemmeno essere nominati…”… Sofferenza? Paura della verità? Non lo sapremo mai… e comunque, un’occasione persa, per tutti…

Loredana Bertè e Serena Rossi alla Conferenza Stampa di presentazione del film su Mia Martini “Io Sono Mia” a Milano

Un bel film tributo che celebra i sentimenti e punta sulle emozioni mettendo a nudo l’anima di una grande artista, tormentata ma vera. Con tutte le sue canzoni più belle: “Padre Davvero”, “Piccolo Uomo”, “Minuetto”, “E Non Finisce Mica Il Cielo”, “Almeno Tu Nell’Universo”…

Aggiunge la Bertè parlando della protagonista che ha rienterpretato anche tutte le canzoni dal vivo con la propria voce: “Ha fatto un lavoro incredibile e una ricerca approfonditissima e tenace… Serena ha studiato molto attraverso cose esclusive di Mia, scatti, filmati, movimenti, la malinconia e il dolore che provava e non dimostrava, direttamente dai racconti di chi le è stato davvero vicino nella vita. E ha dato tutto, qui si vede l’anima di Mimì… Con questo film Mimì rivive, anche se dentro di me e nel cuore dei suoi fan non è mai morta e mai lo sarà. Con questa interpretazione tu Serena però hai donato ancora più forza al suo ricordo e per questo ti ringrazio dal profondo del cuore anche a nome suo”.

Altri interpreti: Maurizio Lastrico, Dajana Roncione, Antonio Gerardi, Nina Torresi, Daniele Mariani, Francesca Turrini, Fabrizio Coniglio, Gioia Spaziani, Duccio Camerini, Simone Gandolfo, Corrado Invernizzi e Edoardo Pesce.

Scarica la App

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.