Anno di progetti e di promesse, generalmente non mantenute. Ci mettiamo a dieta, non diciamo bugie, facciamo i compiti a casa.

Macché.

Sappiamo che non è così. Però non dobbiamo smettere di scandalizzarci se la politica riesce tutte le volte a fare peggio di noi. Promette, progetta senza mantenere, racconta un sacco di bugie, non fa né i compiti a casa né quelli a scuola, non sa far di conto, non sa fare l’opposizione né la maggioranza. E la colpa, fatemelo dire, è nostra: perché siamo noi che esprimiamo, anno dopo anno, un po’ quello che siamo: inconcludenti.

Ora, io mi chiedo una cosa semplice semplice: c’è una nave che vaga per l’Europa aspettando di sbarcare. Malta continua a dire che non prende nessuno. L’Italia ormai ha chiuso i porti. E la Francia? E la Spagna? Niente, nessuno li vuole. Ovviamente daghele a Salvini, ma nessuno che si sogni di convocare un consiglio europeo, un summit, qualcosa, per cercare quantomeno di dirimere l’emergenza. Niente. E sapete perché? Perché quest’anno ci sono le Europee e nessuno vuole perdere voti. E allora, quelli possono stare in mezzo al mare.

L’Italia è vergognosa? Salvini è vergognoso? E allora, il resto d’Europa? Pessimi. Forse, peggio di loro, ci sono solo quelli che – al caldo del camino, con davanti cotechini e lenticchie – cianciano di accoglienza e di respingimenti. Anzi no, sbagliavo. Peggio di loro c’è solo quel pirla di vicesindaco di Trieste che butta via le coperte al clochard.

Peggio di lui davvero non c’è nessuno.

Scarica la App

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.