“Un ulteriore e importante passo avanti e una data certa: il 15 febbraio il Governo ci presenterà la sua proposta finale per raggiungere l’obiettivo dell’Autonomia.
Valutiamo positivamente l’impegno dell’Esecutivo che anche oggi ha confermato come il percorso che porterà la Lombardia a centrare l’obiettivo dell’Autonomia prosegua spedito”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commentando le decisioni del Consiglio dei Ministri in tema di Autonomia.  “Il premier Conte, il vice premier Salvini e il ministro Stefani, nelle loro dichiarazioni di oggi – ha concluso Fontana – hanno confermato che la nostra richiesta, figlia della volontà  popolare, sancita con l’esito di un referendum democratico, sarà presto realtà”.

Sulle dichiarazioni rilasciate dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte al termine della riunione odierna dell’esecutivo in tema di autonomia, in risposta alle richieste di Lombardia e Veneto interviene il capogruppo del Pd in Regione Fabio Pizzul:“La montagna ha partorito un topolino. Quella che doveva essere la formalizzazione dell’intesta tra governo e regione Lombardia sull’autonomia è stata sostanzialmente un’informativa. Ricordiamo la conferenza stampa del 22 ottobre e i vari annunci tra cui quello di Fontana secondo cui tutto si sarebbe concluso prima di Natale: si va di rinvio in rinvio, ora sappiamo addirittura che Conte vedrà i presidenti di Lombardia e Veneto il 15 di febbraio, ma siamo sicuri che per quella data il governo ci sarà ancora? Per non parlare delle risorse, che erano il vero argomento del referendum lombardo, con la richiesta di 27 miliardi di euro di tasse da trattenere ogni anno in Lombardia, ovvero la metà, dicevano a Palazzo Lombardia, del residuo fiscale. Conte oggi garantisce che non ci saranno Regioni che si arricchiranno, e non potrebbe essere più chiaro di così. Mi auguro di sbagliare, ma il cammino verso l’autonomia pare tutt’altro che in discesa”

 

Commenti FB
Articolo precedenteLa Prof colpita al Floriani di Vimercate racconta cosa è successo (Video)
Articolo successivoDalla Regione 120mila euro per la palestra di Meda
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.