Il presidente della Regione Attilio Fontana ha ricevuto questa mattina i sindaci dei Comuni lombardi che fanno parte dei ‘Borghi più bell’Italia, rappresentati a Palazzo Lombardia dal vice presidente dell’associazione Pier Achille Lanfranchi. 

Il presidente dopo aver salutato gli amministratori ha sottolineato che “nei confronti dei piccoli comuni c’è concretamente grande attenzione”. “Stiamo portando avanti – con determinazione la battaglia per l’autonomia poiché così rafforziamo le identità
territoriali e diamo più prospettive ai comuni”. Fontana ha poi ricordato che da qualche settimana è in viaggio per le principali città europee un bus turistico che porterà in giro le
bellezze della Lombardia tra cui anche i borghi lombardi. Il vicepresidente dell’associazione ‘I Borghi più belli d’Italia’ Pier Achille Lanfranchi ha parlato di concretezza del presidente
Fontana che, così come promesso, ha istituito un assessorato
dedicato ai piccoli comuni.
A Palazzo Lombardia con il presidente Fontana a ricevere la bandiera dei Borghi più belli d’Italia erano presenti le seguenti amministrazioni comunali: 
PROVINCIA DI BERGAMO: Gromo;
PROVINCIA DI BRESCIA: Bienno, Gardone Riviera, Lovere,Monteisola;
PROVINCIA DI CREMONA: Pandino, Scandolara;
PROVINCIA DI COMO: Tremezzina;
PROVINCIA DI MANTOVA: Curtatone, Monzambano, Pomponesco,Sabbioneta, San Benedetto Po;
PROVINCIA DI MILANO: Morimondo;
PROVINCIA DI PAVIA: Fortunago.

Commenti FB
Articolo precedenteGiornata mondiale del suolo, in Lombardia 4 comuni su 5 a rischio idrogeologico
Articolo successivoMilano, solo sette vigili disposti a fare gli straordinari
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.