Laura Pausini e Biagio Antonacci con “Il coraggio di andare”

157

Reduce dal trionfo ai Latin Grammy Awards nella categoria “Best Traditional Pop Vocal Album” con “Fatti sentire”, unica artista italiana ad essersi aggiudicata 4 Latin Grammy Awards e 1 Grammy americano, oggi esce “Il Coraggio di andare” il duetto con Biagio Antonacci. Il singolo, scritto da Tony Maiello (testo firmato a quattro mani con la stessa Pausini, musica di Maiello, Salvati, Pamosi, Rettani) è disponibile in digital download e sulle piattaforme streaming dalla scorsa mezzanotte.

“Il coraggio di andare” in duetto con Biagio Antonacci sarà contenuto in “Fatti sentire ancora” (Atlantic / Warner Music), la special edition in uscita il 7 Dicembre dell’ultimo disco di Laura Pausini “Fatti sentire”.

Un brano delicato ma che parla di forza. Racconta il coraggio di ripartire da zero, nonostante le paure e le difficoltà e racchiude il profondo significato che dà il titolo all’album “Fatti sentire”: «Fai quello che sei senza mai vergognarti, non cambiare mai per piacere agli altri, FATTI SENTIRE perché TU sei importante» sottolinea Laura Pausini.

Commenti FB
Articolo precedenteSport Movies&Tv, premiati Giorgetti e Lino Banfi
Articolo successivoDroga, incontro in prefettura sul Boschetto di Rogoredo
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.