Uccise nonni e zia col tallio, assolto perchè incapace di intendere e volere

40

E’ stato assolto perché incapace di intendere e volere al momento dei fatti , Matteo Del Zotto, il 28 enne di Nova Milanese che, nell’estate dello scorso anno, avvelenò col tallio 9 persone della sua famiglia uccidendone tre (la  zia Patrizia Del Zotto, 65 anni e i nonni Giovanni Battista Del Zotto e Gioia Pittana). Il giovane dovrà passare i prossimi dieci anni in una clinica psichiatrica dove sarà rinchiuso. Lo ha deciso il Gip del Tribunale di Monza Patrizia Gallucci.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.