Fontana, in Lombardia stop ai rifiuti del Sud Italia

266

“Non brucieremo più in Lombardia i rifiuti del Sud Italia” Lo ha detto il governatore Attilio Fontana in un’intervista pubblicata oggi dal quotidiano La Stampa, riaccendendo così la discussione sullo smaltimento dei rifiuti. “Se sostengono che questi rifiuti bruciati sono così pericolosi, non si capisce perché dovremmo accettarli noi. Tra l’altro, ormai i nostri impianti sono saturi”. Così Fontana, risponde a Di Maio sui termovalorizzatori, invitandolo a “farsi un giro” a quello di Brescia o di Milano: “Sono impianti che azzerano l’inquinamento e riutilizzano la combustione dei rifiuti per l’energia elettrica”. “I 13 inceneritori della Lombardia – afferma – non solo sono puliti ma anche assolutamente controllati, subiscono una cosa come 30 milioni di controlli all’anno da parte di Ispra. Come si fa a dire che non li si vuole al Sud dove il problema dello smaltimento rifiuti è endemico?”. “Se Di Maio pensa che i nostri impianti inquinano – aggiunge – allora devo dire che non accetteremo più i rifiuti del Sud. Chiederemo allo Stato di modificare la norma che ce lo impone”. Sulle infrastrutture, i Cinque stelle, accusa Fontana, “non usano la logica ma la pseudo ideologia, gli slogan e non il buonsenso. Di più: non si fidano nemmeno dei risultati scientifici. Lo slogan è raccolta differenziata, punto e basta. Oltre non vanno”

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.