Dopo il declassamento di Moody’s di settimana scorsa, l’agenzia Standard & Poor’s conferma il rating italiano, ma ritocca al ribasso le prospettive emettendo un “outlook” negativo. «Il piano economico del governo indebolisce le performance di crescita del Paese. L’abolizione della legge Fornero minaccia la stabilità». Il deficit stimato da S&P per il 2019 è al 2,7%. Il vicepremier Salvini: non saltano né imprese né banche. Il vicepremier Di Maio: rating confermato, andiamo avanti. Qui sotto una tabella del Sole24Ore

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.