Il primario della Cardiochirurgia di Bergamo nominato Presidente del Dominio Cardiopatie Congenite 

289

 Il primario della Cardiochirurgia del Papa Giovanni XXIII Lorenzo Galletti è stato nominato Presidente del Dominio Cardiopatie Congenite della Società Europea di Chirurgia Cardiotoracica (EACTS). La nomina è giunta dal gotha mondiale dei cardiochirurghi nella giornata di apertura del Meeting annuale della Società ospitato a Milano (18-19-20 ottobre). EACTS è infatti una delle più grandi associazioni mondiali in questo campo medico. Conclusi i lavori di Milano, alcuni fra big della cardiochirurgia pediatrica si sono trasferiti a Bergamo per affinare le tecniche di sala operatoria per la cura delle malattie valvolari nei bambini.

Al nuovo Presidente Lorenzo Galletti spetterà il compito di curare l’attività di formazione, aggiornamento e addestramento chirurgico dei professionisti che si dedicano al trattamento delle cardiopatie congenite. Gli incontri di addestramento EACTS (skill course) affrontano le tecniche di sala operatoria e il trattamento di malattie cardiache che in molti casi richiedono interventi salvavita fin dalla tenera età. Ma lamission di EACTS si estende alla promozione della ricerca sulle patologie cardiovascolari e toraciche e sulla loro cura, con l’obiettivo di diffonderne la conoscenza a beneficio dei pazienti. Dal 1986, anno della sua Fondazione, EACTS è cresciuta fino a contare oltre 4000 componenti attivi tra chirurghi, perfusionisti e altri specialisti del settore.

Commenti FB
Articolo precedenteC’era una volta il funzionario. Anzi, l’apparato.
Articolo successivoRaf e Umbero Tozzi insieme “Come una danza” (VIDEO)
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.