Incendio via Vittani, 9 persone ospitate in albergo

85

Verranno ospitate dal Comune in un albergo convenzionato le due famiglie, composte nel complesso da nove persone, che non possono fare rientro nei loro appartamenti perché compromessi dall’incendio divampato ieri (18 ottobre 2018) nello stabile Erp di via Vittani 5. Gli alloggi inagibili sono quello al sesto piano da dove l’incendio è partito, per cause ancora da accertare, e quello al piano di sopra. Gli inquilini saranno ospitati in via temporanea nell’attesa che, nel giro di qualche giorno, si rendano disponibili altri alloggi.

Tutti gli altri inquilini dell’edificio sono rientrati nelle loro case appena concluse le operazioni di spegnimento dell’incendio. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco, la Polizia locale e la Polizia di Stato, la Protezione civile, MM, gestore dell’immobile, e l’assessore alla Casa e ai Lavori pubblici Gabriele Rabaiotti.

“Per fortuna – dice Rabaiotti – non è successo nulla di grave e in breve tempo tutti gli inquilini sono riusciti a rientrare in casa. Per le due famiglie rimaste fuori troveremo una nuova sistemazione nell’arco di qualche giorno, e fino a quel momento rimarranno ospiti in una struttura alberghiera”.

Commenti FB
Articolo precedenteIl consiglio comunale di Milano approva il Bilancio consolidato 2017
Articolo successivoIncendio via Chiasserini, si torna lentamente alla normalità
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.